Si definisce “intolleranza” la tendenza a sviluppare ipersensibilità verso una certa sostanza o alimento. Essa è una reazione su base immunologica non IgE mediata e segue meccanismi biochimici diversi da quelli delle allergie producendo anticorpi non identificabili che sfuggono agli esami standard.  

I sintomi non sono sempre immediati, spesso non riferibili alla sostanza assunta e caratterizzati da una reazione lenta, inizialmente un disturbo lieve che magari perdura nel tempo senza conoscerne il motivo. In alcuni casi l’intolleranza può essere latente durante infanzia e adolescenza e manifestarsi in età adulta. 

Esistono dei test non convenzionali che permettono di identificare le intolleranze verso alcuni alimenti (test citotossico, Dria test, Vega test…). 

È possibile curare l’intolleranza attraverso una dieta di eliminazione ed è necessario attenersi al parere di un medico allergologo o di un gastroenterologo specializzato.